Primo piano

Ernesto Assante musica dall'astronave

Ernesto Assante, spargeva musica dalla sua astronave, con tutti i mezzi più nuovi

di FABRIZIO BOCCA Se n'è andato a 66 anni il giornalista di Repubblica che ha raccontato le tecnologie e i grandi artisti, da Sanremo al jazz, da Marley ai Pink Floyd. L'happening di Webnotte nella redazione di Repubblica. L'ufficio pieno di dischi, cd, computer, chitarre e tastiere.

Nuova Sardegna, articoli a pagamento sui Comuni. “Ma avvertiremo i lettori”

Sono già usciti inserti su Cagliari, Sassari e Alghero, realizzati a cura della redazione. I pezzi del Fatto e il richiamo dell'Ordine regionale al rispetto del Testo unico dei doveri. Il Direttore Bedeschi assicura che nel futuro ci sarà una dicitura per dichiarare la natura promozionale.
"Legge bavaglio" approvata. Alessandra Costante e Carlo Bartoli

“Legge bavaglio” sulle ordinanze cautelari approvata, Fnsi si appella a Mattarella

Anche il Senato dà via libera al divieto di pubblicare le motivazioni degli arresti. La segretaria Costante: "Si sta smontando l'articolo 21 della Costituzione sulla libertà di stampa. Intanto nessuna norma su querele bavaglio, governance Rai e retribuzioni adeguate".
Michele Serra su intervista bloccata

Intervista bloccata a Repubblica, Serra: non si può dire “Gaza” senza “7 ottobre”?

Dopo la protesta del Cdr per l'intervento di Molinari, l'editorialista ne scrive, senza nomi e riferimenti. Si chiede se su un tema così si possa accettare che non esista "pensiero comune". Nella notte era stato chiesto al cantante Ghali di rispondere a una domanda aggiuntiva.
Il diversity editor cambia I giornali. Pasquale Quaranta

Quaranta, “diversity editor” del Gruppo Gedi: “Così elimino pregiudizi dai giornali”

di ELETTRA BERNACCHINI Da un anno svolge il ruolo alla Stampa, ora è stato nominato per tutte le testate. L'esempio del Washington Post: 71 per cento di dipendenti bianchi. "Gestazione per altri" invece di "utero in affitto", "la transessuale" o "il transessuale". Corsi di formazione.
Renzi lascia il Riformista. Al suo posto, Alessandro Barbano

Renzi lascia il giornalismo. Al Riformista arriva Barbano, vicino al “nemico” Calenda

L'abbandono "per occuparsi della campagna elettorale per le europee". Sarebbe dovuto restare un anno, va via dopo poco più di 9 mesi. Il successore stava finendo il mandato al Corriere dello Sport. Membro del Comitato promotore di "Azione", ha diretto Il Mattino di Caltagirone.

FATECI SCRIVERE ANCORA

Professionereporter.eu racconta il giornalismo italiano e mondiale. Tendenze, personaggi, episodi nascosti. Vi interessa? Con piccole cifre, come 5, 10 o 20 euro al mese, o 50-100 euro l’anno (o ciò che volete), potete darci una mano per continuare. Entrerete nella nostra comunità, vi informeremo, ascolteremo le vostre richieste.

Scopri come >>

Che succede

Idee

Il caso Renzi e i politici: più stanno lontani dalle redazioni più aiutano il giornalismo

di VITTORIO ROIDI L'abbandono della Direzione de Il Riformista per potersi dedicare alla campagna elettorale europea. Ma uno dei problemi dei giornali, della perdita di autorevolezza è proprio l'eccessiva influenza di chi nei giornali non dovrebbe entrare.

L’Intelligenza artificiale non fa scoop. Il giornalismo scavi nelle province e nei ministeri

di STEFANO BRUSADELLI La possibilità di produzione "automatica" di testi è un pericolo, ma offre opportunità al mondo dell'informazione. Una lunga tradizione di inchieste. Grandi giacimenti di notizie ancora poco o per nulla esplorati, fuori dai temi presenti nella Rete.

Lettere

Microscopio

Giornalisti in libreria/ Ranucci e “La scelta” di illuminare storie oscure

(V.R.) Il conduttore di Report racconta alcune delle inchieste che ha condotto, l'uranio impoverito a Sarajevo, i veleni in Vietnam, la Parmalat di Tanzi e l'ultima lettera di Borsellino. Quando salvò l'uomo che voleva ucciderlo. Ricerca e verifiche.

Giornalisti in libreria/ Cuzzilla e Perrone, “Il buon lavoro” può dare felicità

(di francesco garibaldi) L'impatto di Intelligenza artificiale e smart working. In Italia bassa occupazione femminile e record di Neet. Integrazione dei migranti e formazione. La figura del "promotore dello star bene". Dodici interviste.

A proposito di talk show: “Il giornalista è spettatore, non attore” (Piero Ottone)

Nella trasmissione Otto e Mezzo del 12 febbraio si discute di Sanremo, Rai e Bbc. Stefano Mignanego ricorda su Instagram il pensiero del padre, già Direttore del Corriere della Sera. "Il giornalista di successo è colui che sa far parlare la gente".

Primo piano

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>