Primo piano

Sciopero a BuzzFeed: “Non vogliamo essere giudicati dai click che generiamo”

di SOFIA GADICI Il sito, fondato nel 2006, conta milioni di utenti e riprende articoli da tutto il web, fra informazione e intrattenimento. "Visualizzazioni influenzate dagli algoritmi, non le controlliamo". Chiesti aumenti per mantenersi a New York e San Francisco.

Tre giornaliste e la mano sul sedere: troppo clamore, troppe pin up nelle tv

Concita De Gregorio e Selvaggia Lucarelli si chiedono perché tante belle ragazze nelle trasmissioni sportive: "Frutto di una cultura molesta, che andrebbe punita con un daspo". Natalia Aspesi: più spazio che ai morti sul lavoro, bisognava occuparsi di loro.

La Stampa assume, il Cdr critica il direttore Giannini e un altro membro lascia

Nuovi ingressi, spostamenti, promozioni per bilanciare i 20 prepensionamenti. Precari storici, ma anche una nuova entrata: Simonetta Sciandivasci alla Cultura. "Comunicazioni tardive in violazione del contratto". Nella rappresentanza sindacale dimissioni numero due.

FATECI SCRIVERE ANCORA

Professionereporter.eu racconta il giornalismo italiano e mondiale. Tendenze, personaggi, episodi nascosti. Vi interessa? Con piccole cifre, come 5, 10 o 20 euro al mese, o 50-100 euro l’anno (o ciò che volete), potete darci una mano per continuare. Entrerete nella nostra comunità, vi informeremo, ascolteremo le vostre richieste.

Scopri come >>

Che succede

Idee

Prima l’allarme, poi: “fermare il panico”. Su Omicron, ultima variante Covid, giornali bocciati

di VITTORIO ROIDI Dietro front di molti organi di informazione, dalla diffusione della paura alla rassicurazione. L'esigenza, in casi come questi, di misurare le parole. E' necessario marcare la differenza fra testate autorevoli e social network irresponsabili.

Lettere

Microscopio

Persone con disabilità, né vittime né eroi. Guida di Intesa per parlare di loro

Tutte le espressioni da evitare, il punto focale sempre sull'essere umano: la malattia non definisce, è una delle caratteristiche. Comportamenti naturali e parole di uso comune. Non tutti condividono l'impostazione "people first".

Marzo 1974, lo Statuto Ottone: il Corriere opera comune della redazione

Un documento del responsabile di via Solferino dal 1972 al 1977. Articoli che non si modificano senza consenso. Servizi autonomi. Il direttore è la guida, ma esercita con i giornalisti. Ruolo decisivo del Cdr nella stesura.

Primo piano

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>