Prima pagina

Cristiana, signora degli scoop, dall’aereo ucraino al rapimento di Sarraj

(A.G.) Grazie a Mangani, il Messaggero pubblica in esclusiva la notizia dell’ammissione di colpa dell’Iran. “Questione di fortuna, ma anche delle regole del cronista”. Da Cogne alla Costa Concordia.

Giornalisti di colore o senza mezzi? Li aiuta Disney, con un milione di dollari

di MICHELE CONCINA Borse di studio finanziate con i proventi del libro del presidente Iger, che guadagna 35 milioni di dollari l’anno, 1424 volte la paga media dei dipendenti. La moglie lavorava alla Cnn.

Cdr denunciano: contratti da autore, service esterni e non giornalisti al lavoro

di ALBERTO FERRIGOLO Riunione con 100 rappresentanti. “No alle assunzioni di non iscritti all’Ordine”. Gli editori chiedono compensi indietro ai corrispondenti. Contratto scaduto e violato.

Le opinioni

Ragazze investite e uccise, qualche regola per non odiare i cronisti

di ANDREA GARIBALDI Ci fu un tempo -anni ‘60, ‘70, ‘80- delle foto rubate. I cronisti andavano a casa delle vittime (omicidi, suicidi, incidenti) e cercavano di ottenere le immagini delle vittime stesse. Rubavano album, blandivano i parenti (“per ricordare la persona nel modo migliore, per non pubblicare le foto dell’obitorio”), svuotavano cornici. Era una battaglia feroce, fra quotidiani.

Per salvare la professione, allargare il campo a chi informa responsabilmente

di RAFFAELE FIENGO Quale strada deve intraprendere il giornalismo italiano per superare la crisi strutturale che lo attanaglia? Qualche settimana fa ho espresso una proposta, durante un incontro  organizzato dalla Fondazione Murialdi. Torno su quell’analisi per Professionereporter.eu, nella speranza di alimentare una discussione cui devono seguire decisioni ormai urgenti.

Notizie brevi

Microscopio

“Vita” compie 25 anni, ha cercato di non raccontare mai favole

di RICCARDO BONACINA Ben 25 anni fa, quando fondammo Vita, il sogno, come scrivemmo sul numero zero nell’ottobre 1994, era quello di «un giornale capace di muovere le cose, di cambiarle, se possibile, capace di raccontare la vita intera capendone i problemi e proponendo risposte».

Il Papa ai giornalisti cattolici: attenzione agli interessi degli editori

"Una persona muore assiderata per strada e non fa notizia. La Borsa ribassa di 2 punti, tutte le agenzie ne parlano".