Dopo l'improvviso addio di Alessandro Sallusti, direttore per undici anni, atteso a Libero, la famiglia Berlusconi decide la successione. Molti candidati: l'inventore del retroscena ex direttore del Tg1, Chiocci, Liguori, e Zurlo come soluzione interna. Bene le copie, male i conti.
Comunicato del Cda dell'Istituto, votato da maggioranza e opposizione. "Il presidente Draghi riattivi subito il tavolo per trovare una soluzione". Il comitato "Salviamo la previdenza": ritorno a prima della privatizzazione, passaggio all'Inps, prelievo sulle Sim telefoniche.
di SOFIA GADICI Il quotidiano inglese compie 200 anni, vara una serie di iniziative e racconta gli errori. "Il welfare farà aumentare i meno dotati". "Le pale eoliche? un disastro". Previsione sbagliata sulla Guerra Mondiale dopo Sarajevo. Ogni mese 35,6 milioni di lettori.
(S.G.) Jeff Bezos ha acquistato il giornale nel 2013, con una perdita in quell'anno di 50 milioni. i giornalisti erano 500 ora sono 1000. Il giornale era settimo fra i più letti negli Usa ora è secondo soltanto al New York Times. La sede in Lussemburgo e l'aliquota bassa.
Il Direttore Molinari, con l'aiuto del vice Bonini, rivolta l'organizzazione. Si stabiliscono i contenuti, poi di decide dove collocarli. Momenti decisionali dal pomeriggio/sera al primo mattino. Chi ha mansioni di scrittura reperibile per le richieste del desk. Lunga assemblea.
Nominato il sostituto di Massimo Caputi, licenziato a ottobre "per giusta causa". Il nuovo responsabile proviene dalla Gazzetta dello Sport e lavorava ora a La7. Lungo elenco di quadri cercati in altri giornali: Ernesto Menicucci in Cronaca, Marco Gorra vice caporedattore.
Cdr e Azienda firmano tre accordi tutti basati sul digitale. Incentivi economici per le copie e gli abbonamenti. Rimborso per gli acquisti di strumenti per lo smart working. Corsi su come funzionano i principali social network, sulla Seo, su leggi e informazione online.
(A.G.) Il Direttore scrive alla redazione, i rappresentanti rispondono. "Non vedete orgoglio e passione dei colleghi, la vostra è distopia". "Abbiamo scoperto le nuove iniziative dalle pubblicità". "Ho evitato trasferimenti e fatto promozioni". "Archiviare i tagli agli stipendi".
Nato nel giornale fondato da Scalfari, è stato vice direttore del Correre dello Sport, direttore del Romanista, di Wired e dell'Agenzia Agi. La sfida: raccontare la transizione digitale del Paese. Una redazione con colleghi di entrambi i quotidiani. Contenuti esclusivi e storie originali.
(A.G.) Le domande dei piccoli azionisti all'Assemblea del gruppo del Corriere della Sera. Ivo Caizzi presenta quesiti da 20 anni. Sui contributi di Google, nessun chiarimento. Beneficenza e stipendi del proprietario. Aerei, elicotteri e auto. Conflitti di interesse in Gazzetta?

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>