L’inviato dello Sport (ex capo) Fabrizio Bocca scrive al direttore Molinari: “Protesto con quanta più forza possibile perché il commento sulla nazionale è stato affidato a un collaboratore”. Sottolineati i sacrifici della redazione. Il mercato fra giornali.
(A.G.) E' l'ultimo giornale satirico in Italia, esce a Livorno da 60 anni. Il direttore Mario Cardinali chiede 5000 abbonamenti. Rifiuto della pubblicità e amore per la carta ("Buona per il gabinetto"). Da Melbourne, risponde il calciatore Diamanti, nel nostro Paese il vignettista Vauro.
Risposta al documento consegnato alle redazioni dal direttore editoriale. Perplessità sull'annacquamento delle identità delle testate, sulla flessibilità del lavoro, sull'affiancamento dei venditori. Preoccupazione per il declino dei numeri "che ci allontana dalla concorrenza".
di GOFFREDO DE MARCHIS Cronista, direttore, commentatore, critico dei quotidiani. Se n'è andato un difensore strenuo della funzione della professione. Implacabile abbordatore di politici, sportivi, artisti, vip e gente comune e minuzioso lettore di articoli, scopritore di nuove firme.
Intervento del fondatore sul suo blog per stabilire come vanno trattati i portavoce del Movimento 5 Stelle. "Oggi vince chi urla più forte. Non informazione, ma intrattenimento di bassa lega. Accordare sempre il diritto di replica. Nessuno stacco su altri ospiti o sulle scarpe".
(A.G.) Il Direttore scrive alla redazione, i rappresentanti rispondono. "Non vedete orgoglio e passione dei colleghi, la vostra è distopia". "Abbiamo scoperto le nuove iniziative dalle pubblicità". "Ho evitato trasferimenti e fatto promozioni". "Archiviare i tagli agli stipendi".
di ALBERTO FERRIGOLO Tre speakers a Palazzo Chigi, molta disponibilità, poche spiegazioni. Benevolenza nei confronti del Presidente del Consiglio, attenzione rivolta ai partiti. Sulle gaffe e sui discorsi di politica estera l'indagine è sospesa. Conferenze stampa e social network.
Dopo le dimissioni dei rappresentanti sindacali, sei "saggi" hanno faticato a indicare una "rosa". Ruolo che pochi vogliono coprire, in tutti i media. Sette nomi, 5 posti. Il caso di Magliaro: viene dal Tempo e dall'ufficio stampa di Alemanno e doveva collaborare in Cronaca.
di MICHELE CONCINA Tre anni fa il Guardian era in stato pre-comatoso. “Le vendite declinavano, la pubblicità a stampa stava collassando, quella online in cui...
"L'altra copertina" della Gazzetta dello Sport. Campionessa che fa domande al campione "per conto di giornalisti internazionali". Tutto con la supervisione di un noto marchio, nella villa con vista sul lago di Ginevra.

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>