di ANDREA GARIBALDI Il quotidiano voluto dall'ingegner De Benedetti dopo l'"occupazione" di Repubblica, delinea la sua identità. Esclusive e agenda diversa da quella dei media tradizionali. Notizie, spiegazioni e attenzione al futuro. il problema delle copie e della pubblicità.
di SOFIA GADICI La data era fissata al 3 dicembre 2020, poi i rinvii a causa del Covid. Il presidente dell'Ordine: "Abbiamo fatto il possibile, anche modificando le prove, ma il ministero non concede l'autorizzazione". Spiraglio per luglio. Il caso degli avvocati.
Lo studente fu ucciso a Strasburgo nel dicembre 2018 da un terrorista che sparò sulla folla. Cerimonia a Trento per il conferimento ad honorem in European and International Studies. Le parole di Mattarella e Sassoli. Cronista alla Rai di Trento, Rttr, Forever Young, Europhonica.
Il requisito è diventato obbligatorio. Lazio, Piemonte e Lombardia devono abbassare il quorum e il Consiglio nazionale avrà due seggi in meno. L'attività dei condidati per il rispetto delle regole non è stata sufficiente. un servizio messo a disposizione gratuitamente.
La portavoce del ministero degli Esteri russo ribatte punto su punto a un editoriale: "Tutto il Suo articolo è un'invenzione". "Non ama il nostro gas? Riscaldi la sua casa con copie del suo giornale". L'Ucraina, l'emergenza in Bielorussia, le prossime elezioni programmate in Libia.
(A.G.) La serie di Professione Reporter su "Una legge per i giornalisti" con innovatori, studiosi, maestri. Tutti ritengono che l'Ordine è legato a un'antica stagione. Vanno accolte le nuove specializzazioni, cambiati accesso e formazione. Nessuno vuole l'abolizione (a parte uno).
Nominato dal nuovo direttore Carlo Verdelli. Dovrà dare impulso allo sviluppo digitale del settimanale di Cairo. Si è occupato dei siti del Corriere della Sera, dell'Espresso, di Condé Nast, è stato vicedirettore dell'Agenzia Agi. L'inviata Marianna Aprile segue il nuovo account Twitter.
Dieci quesiti del sindacato dei giornalisti all'Azienda sui giornalisti in guerra. Rese pubbliche, perché non c'è stata risposta. I contrattualizzati sono 1858. "Perché non vengono riprese le corrispondenze da Mosca dopo che molti media sono tornati?".
Un mese dopo le dimissioni degli ultimi rappresentanti, elezioni rinviate. Situazione analoga a ottobre, difficoltà anche alla Stampa. Un ruolo sempre più complicato da svolgere. Arretrano i diritti collettivi, redazioni formate da individualità (smart working complice).
(V.R.) In Israele prima della sospensione di Marrazzo. Coabitazione con Carlo Paris. L'ultima telefonata con il magistrato di Palermo prima della strage. Seicento dirette organizzate.

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>