Il direttore va alla Stampa, alla vigilia dei festeggiamenti per i 130 anni, richiamato dal vicedirettore vicario Andrea Malaguti. L'editore Caltagirone cerca un sostituto fra i vertici degli altri giornali del Gruppo: Messaggero, Corriere Adriatico, Leggo, Gazzettino.
Nelle due testate lavorano 500 giornalisti, videomaker, fotografi, collaboratori. Rappresentati dalla Federazione della Stampa nel 2018 con un accordo disdetto dopo alcuni mesi. La Federazione sostituita da Cisal. "Il giornalismo online non è ancella di quello della carta".
Tutte le candidature sono state espresse nelle ultime ore utili prima del voto. Maria Rosaria Spadaccino (Cronaca di Roma) è l'unica ad avere lunga esperienza sindacale a via Solferino. Primo dei non eletti Biagio Marsiglia, altro "veterano". Alte percentuali di votanti.
Due mesi dopo l'annuncio, firmato il contratto preliminare con Gedi. Continua l'abbinamento con la Repubblica. Il nuovo proprietario, Danilo Iervolino, nomina il figlio dell'ex presidente Dc amministratore delegato: è socio di un'agenzia che lavora per grandi gruppi italiani.
Le domande dei piccoli azionisti all'assemblea Rcs. Ivo Caizzi chiede quanto pesi il marketing, l'Azienda ribatte: assoluta indipendenza. La società che organizza eventi a Dubai e l'abbandono di Confindustria. Aerei, elicotteri e il dubbio sulla fede del Presidente Cairo.
Rapporti tesi da quando l'amministratore delegato decise la cancellazione delle ultime edizioni regionali. Il sindacato ricorre e il tribunale condanna l'Azienda: comportamento antisindacale. Ora valorizzazione dei territori, delle risorse interne e lavoro da casa.
Le parole di Francesco al direttore del Corriere della Sera. "Non andrò a Kiev, devo andare prima a Mosca". "L'ira di Putin è stata forse facilitata dall'abbaiare della Nato". "Il patriarca Kirill non può trasformarsi nel chierichetto di Putin". Un pensiero per Emma Bonino e per i giornalisti.
Il talk di Giuseppe Brindisi fa uno scoop. Le frasi del ministro russo su tutti i media: "Italia in prima fila contro di noi. Hitler ebreo come Zelensky". Letta: "Spot antiucraino, è un'onta". Forza Italia divisa, Meloni e Lega difendono la trasmissione. Draghi: "Un comizio". Rivalità con Giletti.
Indagine di NewsGuard, che monitora l'attendibilità dei siti d'informazione. Post in inglese sui laboratori biologici finanziati dagli Stati Uniti per preparare armi biologiche. Video diffusi da Pechino, Venezuela e Bielorussia con false notizie su Bucha.
La leader di Fratelli d'Italia: "E' stato chiesto a un delegato se la sua maglietta scura era un omaggio alle camicie nere. Siete ridicoli. Dite a chi vi manda che vi vergognate". Due giorni prima l'intervento dal palco del direttore del Tg2, Sangiuliano. Polemiche in Vigilanza Rai.

Volete che Professionereporter.eu continui a raccontarvi dove va il giornalismo? Donate 5-10-20 euro al mese o 50-100 euro l’anno. O quello che preferite. Entrerete nella nostra comunità.

Scopri come >>