Porte chiuse anche per i giornalisti. Inter-Ludogorets, ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League giovedì 27 febbraio a San Siro, è senza pubblico per l’emergenza Coronavirus. Accesso vietato ai rappresentanti della stampa in occasione del match, delle conferenze pre-partita e degli allenamenti. Garantito solo il minimo indispensabile per la trasmissione della gara, con la presenza degli operatori di ripresa e dei bordocampisti. I telecronisti non lavorano allo stadio “Meazza”, ma direttamente dalle redazioni. Fuori dallo stadio anche i tanti giornalisti e operatori esteri, in particolare bulgari, pronti a raccontare un evento di grande prestigio sportivo.

Fnsi e Unione della Stampa sportiva protestano: “E’ una grave limitazione del diritto di cronaca”.