Minacce al presidente della Fnsi. Da alcuni giorni si ripetono gli insulti e le manifestazioni via social verso il presidente del sindacato Giuseppe Giulietti, da parte di elementi di estrema destra. La Federazione della stampa ha denunciato ciò che sta accadendo e ha dato mandato ai propri legali di intervenire in ogni sede.

Le minacce sono giunte in seguito alla presa di posizione di Giulietti, che è schierato con decisione in difesa di colleghe e colleghi che, con le loro inchieste, raccontano il dramma dei migranti, smontando luoghi comuni e scoprendo notizie palesemente false. Ultima, l’informazione che i migranti a Lampedusa mangiano i cani. Il Segretario nazionale della Fnsi, Raffaele Lorusso, ha detto: ”È necessario che le autorità competenti si attivino per risalire ai responsabili degli attacchi. Il web e i social network non possono essere considerati terra di nessuno e neanche una zona franca: i principi costituzionali e le regole dello stato di diritto vanno rispettati anche in rete. Odiatori seriali e squadristi da tastiera si mettano l’anima in pace: le loro minacce non faranno arretrare di un millimetro la Fnsi dalla difesa dei colleghi che si sforzano di informare i cittadini con correttezza e serietà. Purtroppo per loro, quelle minacce produrranno l’effetto opposto». Molti i messaggi di solidarietà giunti al sindacato dei giornalisti da tutti i settori della categoria.