Freelance Pride, orgoglio freelance. E’ un evento organizzato dal circolo Arci Kokè per coloro che vogliono impegnarsi a “cambiare il modo di lavorare dei giornalisti indipendenti, sottopagati se pagati, ricattati, costretti a pagare tasse su pezzi da 3,99 euro”.

Scrivono gli organizzatori che quello dei giornalisti freelance e “l’unico settore lavorativo autonomo dove non viene applicato un contratto se ingaggiati, dove non si discute prima il prezzo degli articoli, dove non vengono rimborsate le spese. Dove ci sono solo doveri, imposizioni e nessun diritto se non quello di dire no, e non scrivere più. I freelance italiani occupano il 40 per cento dello spazio dei media tradizionali, eppure non esistono”.

 

L’incontro si svolgerà il 22 gennaio dalle 19,30 alle 22,30 preso il circolo Arci Kokè di via Rosa Govona 11, a Monteverde, Roma: “Sarà una sorta di brain storming su quello che potremmo fare per unire migliaia di freelance”.

Ingresso riservato ai tesserati Arci 2019/2020.

Clickando sul link https://portale.arci.it/preadesione/koke/ è possibile pre-iscriversi, per poi ritirare la tessera direttamente al Kokè.