di MICHELE CONCINA Ruth Michaelson (The Guardian) espulsa dal Cairo: aveva pubblicato una stima dei contagi. Putin fa cancellare le notizie. Pechino manda via 13 corrispondenti, lesioni fisiche in Congo.
L’annuncio mentre al Corriere della Sera veniva chiusa la trattativa per 50 prepensionamenti. Comunicato del cdr sul giornale: in questo momento gli utili vanno reinvestiti in azienda.
Quando la grafica sostiene il testo. Giornalismo visivo sulla carta stampata. Ecco perché stare lontano dagli altri. In Argentina tutti i quotidiani con la stessa prima pagina: “Lo frenamos entre todos”.
di MICHELE CONCINA Editoriale della direttrice Katharine Viner. Competenza e conoscenza. Niente spazio alle cospirazioni. Attenzione a senzatetto e precari. “E non trascureremo il cambiamento climatico”.
di FABRIZIO PALADINI Se n’è andato uno storico proto del Messaggero, protagonista delle notti di via del Tritone. I “fighetti” e gli operai. Il senso del servizio pubblico. Gli scontri, le liti, la Roma e la Garbatella.
di ALBERTO FERRIGOLO Di cosa si parla fra i giornalisti? Lo smart working limita il dibattito e il confronto sul lavoro comune. Le tentazioni per gli accordi sindacali futuri. Il web cresce, ma la pubblicità cala.
(A.F.) Gli editori hanno tagliato i quotidiani nelle redazioni e negli uffici e li hanno sostituiti con l’online. Le rassegne digitali, tramite password, vengono però distribuite alla maniera dei pirati.
(A.F.) Piccola crescita in edicola, ma crollano periodici, riviste e prodotti per bambini. Andrea Martella: ci vuole un aiuto di Stato. Repubblica e Stampa regalano 25.000 abbonamenti.
Nonostante le richieste del cdr, l’azienda e il direttore Molinari a Torino dicono no allo smart working. Il direttore di via Solferino, Fontana, riduce al massimo le presenze in sede: “Valuteremo insieme le precauzioni”.
(A.F.) In tre mesi solo due riunioni per studiare le retribuzioni dei senza contratto. L’intervento del Tar. Nascita e breve vita dell’Organismo di Base per il lavoro autonomo varato da Fnsi.