Caro abbonato…

Maurizio Molinari scrive agli abbonati digitali di Repubblica per spiegare cosa sta facendo e cosa farà alla guida del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari. Un mese e mezzo dopo il suo insediamento. Parla del legame fra il giornale e i suoi lettori, ma non approfondisce il tema della storica collocazione nell’area di centrosinistra, liberale e socialista, né del cambio di proprietà. Promette, a quanto si intravede, un giornalismo senza particolari connotazioni politiche, di genere anglosassone. Grandi inchieste e declinazioni digitali. Un giornale che rompe con la tradizione di Repubblica, schierata fin dal primo numero in un preciso campo. Molinari offre anche un sistema di informazione fatto di siti, news letters, audio, giochi e film. Un grande mare nel quale il lettore-ascoltatore-fruitore-cliente può pescare contenuti fra i più diversi. Un mondo nel quale il quotidiano di carta diventa una piccola parte.

qualcosa in piu’

“L’eredità che ho raccolto assumendo la direzione di Repubblica -scrive Molinari- è anche una sfida. Che si basa sul rispetto di coloro che mi hanno preceduto e che hanno reso Repubblica un giornale unico nel panorama dell’informazione italiana. Ma questa sfida si fonda soprattutto sul legame tra il giornale e la comunità dei suoi lettori, comunità della quale Lei ha scelto di far parte sottoscrivendo l’abbonamento al nostro sito. E io voglio farmi garante di questo legame cercando di offrire sempre una informazione che si basi su contenuti di qualità, innovativa nei modi di raccontare il mondo e che offra ai lettori sempre qualcosa in più”.

Molinari indica tre direttrici per la crescita del giornale: qualità, esperienza di lettura moderna sulle piattaforme digitali, vantaggi esclusivi per gli abbonati.

un’unica pagina

Qualità. Molinari parla delle grandi inchieste di approfondimento sul Coronavirus: sulle fasi iniziali della pandemia in Cina, sul contagio in Italia, sulle Rsa, sul vaccino. “Il lavoro iniziato con queste quattro pubblicazioni -scrive- proseguirà: l’informazione di qualità deve trovare spazio anche sul digitale per spiegare, approfondire e comprendere gli eventi oltre la cronaca e il susseguirsi delle notizie”.

Lettura moderna. Molinari annuncia che alle newsletters dei corrispondenti dalle capitali del mondo, a Buongiorno Rep e ad Anteprima Rep, si aggiungono newsletters dedicate a economia digitale, scuola, esteri, politica, questioni di genere, il meglio della stampa europea, calcio e tennis.

Vantaggi esclusivi. “Per rendere più semplice trovare tutto ciò -conclude Molinari- abbiamo realizzato un’unica pagina, dove abbiamo raccolto tutti i servizi e i contenuti riservati agli abbonati. Che non sono solo notizie e informazione, ma anche i giochi, con il cruciverba di Stefano Bartezzaghi e una selezione di film di successo. Il primo appuntamento sarà con “Il caso Spotlight”, vincitore di due premi Oscar.

Infine: “Questi sono soltanto i primi passi”. 

Professione Reporter

(nella foto, Maurizio Molinari)

LASCIA UN COMMENTO